Raid saudita colpisce hotel e fa strage di civili: 60 morti



Un hotel di due piani è stato distrutto nel bombardamento compiuto oggi da aerei della coalizione araba a guida saudita vicino a Sanaa, capitale dello Yemen, che ha provocato decine di morti tra ribelli sciiti Houthi e civili. Lo riferisce la televisione locale Al Maseera, controllata dagli Houthi, citata dalla tv panaraba Al Jazira, dicendo che le vittime sono “più di 30”. Fonti anonime citate dalla agenzia Ap parlano di un bilancio che potrebbe salire fino a 60 morti.

VERIFICA LA NOTIZIA

Diverse decine di persone sono rimaste ferite nell’attacco, avvenuto nell’area di Arhab, circa 35 chilometri a nord di Sanaa. Hakim Al Masmari, un giornalista del quotidiano Yemen Post, parlando con Al Jazira da Sanaa ha detto che quello avvenuto ad Arhab nella tarda mattinata è solo uno dei 25 raid compiuti a partire dalla mezzanotte dall’aviazione della coalizione a guida saudita sulla capitale yemenita, controllata dagli Houthi, e sui dintorni.



Lascia un commento