Incendia moschea per vendicare vittime Barcellona: condannato a 9 mesi



Un uomo – e rimarchiamo ‘uomo’ – di 52 anni è stato condannato a 9 mesi di prigione per aver cercato di incendiare una moschea a Behren-lès-Forbach, nel dipartimento francese della Mosella. Lo rende noto la procura di Sarreguemines, sottolineando che il responsabile del gesto voleva «fare paura» ai fedeli musulmani perché li considera tutti come dei «terroristi». Ma pensa, questo malfidato.

L’episodio è avvenuto sabato sera, due giorni dopo le stragi islamiche di Barcellona, quando l’uomo è stato scoperto mentre tentava di appiccare il fuoco con una sigaretta. Gli agenti lo hanno arrestato il giorno dopo.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il francese, tengono a precisare le cosiddette autorità, frequentava «un sito internet di estrema destra secondo il quale i musulmani sono persone pericolose, terroristi». Ma pensa, come si sarà mai fatto, quel sito internet di estrema destra, l’idea che i musulmani sono persone pericolose.

Immaginiamo, così, per pura accademia, se un qualche ‘estremista di destra’ avesse incendiato la moschea di Ripoll un paio di mesi fa… Carcere o medaglia?



Lascia un commento