Anpi “vieta” concerto di Povia: “E’ fascista”



No al concerto di Povia, il vincitore di Sanremo 2006, che dovrebbe tenersi a Trezzano sul Naviglio (Milano) il 23 settembre perché si tratta di un “personaggio legato alla formazione neofascista e antisemita Lealtà e Azione”. Siamo alla proibizione di cantare per le proprie, presunte, opinioni politiche.

La demenziale presa di posizione viene dal presidente provinciale milanese dell’Anpi, tal Roberto Cenati: “Come Associazione che si richiama ai valori della Resistenza – spiega l’Anpi – siamo molto contrariati per la presenza di questo personaggio, legato alla formazione neofascista e antisemita Lealtà e Azione, per la quale il 10 giugno scorso Povia si è esibito nel comune di Cologno Monzese”. Giuseppe Povia, chiarisce Cenati, “non è ospite gradito a Trezzano sul Naviglio”. L’Anpi milanese, dunque, invita “l’Amministrazione Comunale di Trezzano a dissociarsi in qualsiasi modo dall’evento”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Bizzarro, come un paio di esaltati di un’associazione che esiste solo per raccogliere fondi pubblici si ergano a rappresentanti di interi comuni. Ma queste prese di posizione dimostrano che una buona parte dei partigiani combatteva contro il fascismo, lo faceva solo per instaurare un totalitarismo di un colore diverso, e probabilmente peggiore.



Lascia un commento