Sondaggio, 70% Italiani ha aperto gli occhi: “Immigrati uguale terroristi”



Ormai anche i sondaggisti di distrazione di massa non riescono più a nascondere la realtà delle cose, possono solo ‘massaggiare’ un po’ i numeri, non più capovolgerli. Anche se li presentano come problemi percepiti da una massa di ‘ignoranti’ che vedono nei ‘migranti’ un pericolo che non esiste.

Nando Pagnoncelli, presidente di Ipsos Italia, lo spiega a Famiglia Cristiana:

In primo luogo l’idea che tra i migranti ci siano dei terroristi pronti a scatenare violenza e distruzione. Lo crede il 70 per cento degli intervistati. C’è poi l’idea che gli immigrati sfruttino i servizi pubblici del Paese, drenando risorse degli italiani (lo pensa il 59 per cento dei cittadini). Inoltre il 49 per cento degli italiani ritiene che gli immigrati abbiano reso più difficile trovare occasioni di lavoro. Poi vengono i presunti rischi per la salute o, peggio, per la sicurezza”.

“Già nel maggio scorso in un sondaggio seguito alle prime inchieste della magistratura, il 75 per cento degli intervistati pensava che se è stata aperta un’inchiesta significa che le Ong potrebbero agire in modo illecito. Non solo, ma il 48 per cento pensa che le Ong siano sicuramente d’accordo con i trafficanti”. Numeri destinati ad ampliarsi dopo la vicenda della nave Iuventa, sequestrata dalla magistratura di Trapani.

“Sarà drammatico l’impatto sui donatori. Il 75 per cento degli intervistati sospetta le Ong di comportamenti illegali. Ma tra i donatori il 65 per cento non è convinto dell’estraneità delle organizzazioni italiane alle relazioni con i trafficanti di uomini. Tutto questo avrà una ricaduta negativa per l’intero settore, che risente di un calo di fiducia generato dalla narrazione mediatica e politica”.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Permane diffuso il dubbio che chi viene in Italia non sia in realtà un vero rifugiato ma uno che arriva per motivi economici e per avvantaggiarsi dei sussidi pubblici. Lo pensano due terzi degli italiani. Tutto ciò porta a un netto rifiuto: il 50 per cento pensa che gli immigrati siano una minaccia per la nostra cultura e le nostre tradizioni”.



Lascia un commento