Libia, Governo chiama a raccolta navi straniere per riprendere il traffico



Le Ong fuggono dopo la svolta del governo di Tripoli che ha iniziato a sparare contro i trafficanti umanitati.

Hanno sospeto le ‘operazione di radiotaxi’ Medici senza frontiere, Sea Eye e Save the Children.

A disarmare le ong l’annuncio di Tripoli di voler istituire una zona Sar molto ampia, ben oltre le sue acque territoriali, nella quale sarebbe possibile operare solo dietro la sua autorizzazione.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ma il governo non vuole perdere troppi clienti per le sue Coop. Secondo quanto spiega una fonte vicina al ministro Minniti riportata da Repubblica, il Viminale chiederà “alle missioni europee Sophia e Triton, e ai mercantili di passaggio, di aiutare la Guardia costiera nei soccorsi, esattamente come avveniva prima dell’arrivo delle navi umanitarie nel Mediterraneo”.



Lascia un commento