Libia a Ong: “Prossima volta siete morti”, ecco come libici hanno bloccato il traffico umanitario – Video

Nuovi particolari sul confronto di alcuni giorni fa tra la guardia costiera libica e la famigerata ong spagnola Open Arms:

“Abbiamo informazioni che lavorate con dei contrabbandieri. Non tornate di nuovo qui, la prossima volta siete morti!”, comunicano via radio i libici ai trafficanti umanitari.

Da allora non si sono più presentati. Così si bloccano i traffici, non con un codice.



Lascia un commento