Indagini su “sbarchi fantasma”: truppe islamiche sbarcano e disperdono sul territorio



Il traffico umanitario non è finito, semplicemente si è ‘nascosto’. E’ sicuramente meno massiccio, da quando le ong sono state cacciate dalle acque antistanti la Libia dal governo di Tripoli, nonostante le proteste del nostro governo che pensava di ‘regolarizzare’ il traffico con la semplice firma di un ridicolo codice, ma comunque preoccupante.

Tanto da interessare la procura di Agrigento che indaga sugli sbarchi “fantasma”. Secondo gli inquirenti i migranti arrivano senza essere avvistati e si disperdono nell’entroterra prima dell’arrivo delle forze dell’ordine. Magari armati?

Truppe da sbarco: clandestini sulla spiaggia dei turisti – VIDEO

L’ultimo ritrovamento è quello del documento di un cittadino tunisino nei pressi di un’imbarcazioni spiaggiata nella Riserva naturale di Torre Salsa. Piccoli natanti eludono i controlli dei dispositivi Frontex e EunavforMed, e il monitoraggio del nucleo Ricerca e Soccorso della Guardia Costiera.

ONDATA DI BARCHINI ISLAMICI APPRODA IN SICILIA

Sono sei i pescherecci, di diverse dimensioni, al momento si trovano arenati sul bagnasciuga delle coste agrigentine. “Dalla mia veranda ho visto questi arrivi notturni – dice Antonella, una donna che abita a poche centinaia di metri dalla battigia – a volte vengono lasciati da alcuni barconi, che poi ritornano indietro, altre volte lasciano il peschereccio e si avventurano nella Riserva naturale orientandosi con le luci dei loro telefonini”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Come truppe da sbarco.


Lascia un commento