SENATO IN FERIE, PER 40 GIORNI NON FARANNO DANNI



Il Senato ha chiuso per primo i battenti per ferie estive. Con il triplice disco verde a legge sulla concorrenza, missione in Libia e legge di delegazione europea l’assemblea di palazzo Madama ha esaurito a tempo di record l’ordine del giorno assegnato per questa settimana dalla Conferenza dei presidenti di gruppo e il presidente Pietro Grasso ha mandato in vacanza i senatori con i tradizionali auguri.

Le vacanze estive dei senatori, con riferimento alle sedute d’aula, dureranno esattamente 40 giorni: la prossima riunione dell’assemblea di palazzo Madama è prevista per martedì 12 settembre per le comunicazioni dello stesso presidente che dovrà informare sull’ordine dei lavori della ripresa. Le commissioni invece riprenderanno a lavorare una settimana prima: martedì 5 settembre.

Fosse per noi, li terremo in vacanza fino al prossimo marzo, quando verranno sciolte le camere per le elezioni. Meno ci stanno, meno danni fanno, con un particolare occhio al famigerato Ius Soli.

Del resto paghiamo le ferie in hotel a quasi 200 mila fancazzisti africani, altri 315 parassiti non sono un problema. Basta che stiano lontani da Roma fino a marzo.



Lascia un commento