MACRON VUOLE BLOCCARE CLANDESTINI IN LIBIA, GENTILONI PROTESTA: “DOBBIAMO ACCOGLIERLI”



VERIFICA LA NOTIZIA

La cosa ha subito messo in allarme il boss nostrano delle Coop, il marchese Paolo Gentiloni, che annusa la possibilità che il flusso si blocchi: “Noi abbiamo la nostra agenda sull’immigrazione e sulla Libia ed è un’agenda nota in Italia che ci impegna sul piano dell’accoglienza, piano a cui non rinunciamo, che ci vede impegnati a discutere con le Ong una serie di regole che rendano più sicuro il lavoro che portano avanti e che ci vede e ci vedrà protagonisti con un passo ulteriore di assistenza alle autorità libiche nel controllo del territorio”. Gentiloni era già terrorizzato alla richiesta libica di un blocco navale italiano, ora l’idea di bloccare i clandestini direttamente a terra lo ha sconvolto.

La decisione del presidente francese è stata, invece, accolta positivamente dal vicepresidente del Senato, Roberto Calderoli. “È quello che la Lega chiede ai governi del Pd da quattro anni, senza mai essere ascoltati da Renzi e da Gentiloni, o dal loro ministro Alfano”, ha dichiarato il senatore della Lega, “adesso finalmente ci arriva Macron, che da solo sta risolvendo l’emergenza libica e forse sta trovando una soluzione per chiudere la rotta mediterranea”.


Lascia un commento