Johnny lo Zingaro di nuovo in carcere, fino al prossimo permesso premio



E’ stato arrestato in un appartamento di Taverne d’Arbia, in provincia di Siena, Johnny lo Zingaro. Assieme al latitante sono stati arrestati anche la compagna e alcuni fiancheggiatori.
L’operazione è stata svolta da agenti dello Sco della Polizia, delle squadre mobili di Cuneo, Lucca e Siena e dagli uomini del Nucleo investigativo centrale della Polizia Penitenziaria.

Tanto al prossimo permesso premio evaderà nuovamente.

Giuseppe Mastini, l’ergastolano cinquantasettenne noto con il soprannome che è entrato negli annali della cronaca nera, è stato arrestato insieme alla donna con la quale aveva intrecciato, dal carcere, una relazione e che si trovava agli arresti domiciliari. Anche lei, Giovanna Truzzi, il 30 giugno scorso è scomparsa dalla casa in cui scontava la detenzione, e inseguendo le tracce di un intenso traffico telefonico gli investigatori hanno preso entrambi, ieri sera, in una appartamento della frazione di Siena di alcuni parenti della donna. Né Mastini né Giovanni Truzzi hanno opposto resistenza al momento dell’arresto.



Lascia un commento