I 4 GENERALI IN RIVOLTA CONTRO GOVERNO: “FERMARE IMMIGRAZIONE”

Tira aria di rivolta tra i militari. La stessa che si respira nelle piazze e nelle strade. Questo governo illegittimo puzza di marcio come un cadavere putrefatto.

Con la gravissima accusa di stamani lanciata contro il PD dal generale Vincenzo Santo:

GENERALE ESERCITO ATTACCA GOVERNO: “NON CI LASCIA BLOCCARE INVASIONE IMMIGRATI, SIAMO RABBIOSI”

Secondo il quale basterebbero pochi giorni se, veramente, il governo volesse bloccare l’assalto degli immigrati alle nostre coste:

“Abbiamo gli strumenti – dice il generale – per controllare le coste libiche senza metterci piede. Le rotte migratorie che ci riguardano convergono su Tripoli, da una parte attraverso il Fezzan, dall’altra attraversando prima l’area sud orientale libica per poi percorrere la costa di Aidabiya. La zona da controllare è molto più ristretta di quanto non si pensi. Per prima cosa si dovrebbe attuare il blocco delle navi Ong per impedirne l’effettivo ingresso in acque libiche, per poi andare a colpire a ‘domicilio’ gli schiavisti con le nostre forze speciali catturandoli e trasferendoli nelle nostre prigioni. Tutto questo senza attendere la benedizione di organismi internazionali e senza timore di violare la sovranità nazionale di alcuno. La nostra viene violata ogni qualvolta una nave non italiana ci porta a domicilio quel miserevole carico umano”. Tradotto: se volesse l’Italia potrebbe colpire e distruggere il traffico di migranti, ponendo fine alla grande invasione.

Siamo al quarto generale che si schiera, in modo chiaro, contro il governo non eletto. Prima l’ex generale dei Carabinieri:

Generale Carabinieri invoca rivoluzione: “Andiamo a Roma ad arrestare Parlamentari uno ad uno, sono abusivi” – VIDEO

Per inciso: l’articolo di Vox è, con 165 mila condivisioni, al momento il più condiviso del 2017, portando questo sito sopra ex colossi come Repubblica e Corriere e di gran lunga numero uno dei media indipendenti

Poi è stata la volta di Renato Perrotti, generale della Folgore:

Ius Soli, Generale Folgore: “Sarebbe una catastrofe, Italia diventerebbe inferno afro-islamico”

Che aveva messo in campo tutto il suo peso, nell’opporsi al folle disegno di legge sullo ius soli. Fino all’intervento, duro, di ieri, del generale Marco Bertolini, ex comandante del Coi, comando operativo di vertice interforze:

GENERALE ATTACCA GOVERNO: “SE NON FERMIAMO IMMIGRATI L’ITALIA SCOMPARE”

Non è qualcosa di normale. Segnala un sentimento di rivolta serpeggiante nelle forze armate. Rabbia diffusa di cui, proprio stamani, si è fatto portavoce il generale Santo:

“I colleghi e i vecchi collaboratori con i quali sono in contatto manifestano la stessa rabbia che alimenta, penso, la maggior parte dei cittadini. Del resto, come si fa ad avere fiducia nelle istituzioni quando l’immigrato irregolare che pochi giorni fa a Milano ha accoltellato un poliziotto è stato scarcerato, anche se poi espulso? E magari tornerà. Ed è facile immaginare la frustrazione di chi sta giornalmente in strada per garantire la sicurezza dei cittadini”.

Ce ne sono quattro, a noi ne basterebbe uno:

Cercasi Generale che arresti gli abusivi e ripristini la Democrazia

Non è più tollerabile quello che sta accadendo. Un governo non eletto ci sta rubando il futuro. Lo fa sfruttando una legalità che è diventata illegittima. Questo lo hanno compreso i cittadini. Questo lo hanno compreso poliziotti e carabinieri. E lo hanno compreso anche 4 generali. Il vostro tempo, Boldrini, sta scadendo. La lancetta, affilata, corre sulla vostra testa.



Lascia un commento