Sindaco denunciato per avere offeso Boldrini e scritto: “Stato di merda”



Insulti allo Stato. Per questo psicoreato il sindaco di Trenzano, 5 mila abitanti nella Bassa Bresciana, sarà denunciato alla Polizia Postale dal Prefetto di Brescia Annunciato Valde’.

Avete letto bene, Andrea Bianchi, eletto dal popolo, e rieletto nel 2013 con una civica di centro destra, viene denunciato da un burocrate d’epoca fascista nominato da un governo abusivo perché si è scagliato su Facebook con un post contro la Legge Fiano.

«Stato di merda, tornerà il fascismo», alcune delle frasi pubblicate dal primo cittadino bresciano. Nel mirino anche il presidentesso della Camera Laura Boldrini.

VERIFICA LA NOTIZIA
Nel 2015 fu denunciato per aver insultato, sempre su Facebook lo Stato, a seguito di una manifestazione contro i profughi organizzata da Forza Nuova, alla quale lui stesso aveva partecipato in prima linea. Mentre fece scalpore tra i cukcold locali la sua giusta decisione di negare la cittadinanza italiana ad una pakistana.

Comunque sia, lo Stato è di merda. Non ci piove. Potrete anche arrestarci tutti, ma resterà tale. La Nazione, quella è sacra. Lo Stato è solo una struttura di potere. Attualmente di merda. E il fatto che un suo rappresentante denunci un cittadino per averlo detto, ne conferma solo la veridicità.



Lascia un commento