Italiani in fuga da mezzi pubblici, troppe rapine e aggressioni: – 6% in un anno



In Italia diminuisce la percentuale di italiani che sceglie di spostarsi con i mezzi pubblici: a certificarlo è l’Istat, che in settimana ha aggiornato al 2015 i dati sulla mobilità urbana. Secondo l’istituto di statistica, “dopo la debole ripresa del 2014, torna a calare la domanda di trasporto pubblico locale nei capoluoghi di provincia, pari a 186,8 passeggeri per abitante contro i 189,5 dell’anno precedente” soprattutto a Roma, con un -6%.

VERIFICA LA NOTIZIA
Chissà come mai. Ormai i mezzi pubblici sono posti dove puoi venire stuprata da profughi, pestato a sangue da risorse e derubato da zingari.

E’ un circolo vizioso: più immigrati significa più degrado, quindi meno italiani. Questo significa che diminuisce la percentuale di chi paga il biglietto, portando ancora più degrado.


Lascia un commento