30 milioni non sono bastati a comprare Ius Soli, Vescovi rabbiosi dopo sconfitta



La reazione scomposta di chi aveva investito tanto, e non solo in termini ideologici, sullo Ius Soli, era prevedibile, se non scontata. Quindi nessuna sorpresa per l’uscita della CEI, la filiale italiana della multinazionale Vaticano.

CLAMOROSA AMMISSIONE DEL VESCOVO: “30 MILIONI DI EURO PER CONVINCERE POLITICI AD ACCOGLIERE IMMIGRATI”

VERIFICA LA NOTIZIA
Il rinvio dello ius soli “è una vittoria dei prepotenti sui piccoli che non hanno voce, una vittoria dell’indecisione, una vittoria dell’incapacita’ di risolvere i problemi”. La bizzarra tesi di uno dei mantenuti con i soldi dell’8 per mille, monsignor Giancarlo Perego, direttore della famigerata Migrantes (Cei) e arcivescovo di Ferrara-Comacchio. Il diritto in questione “non è un premio ma uno strumento fondamentale di integrazione”, sottolinea il vescovo, dimenticando le centinaia di morti causati negli ultimi anni da ‘nuovi cittadini’ dei paesi dove lo ius soli è legge.


Lascia un commento