Ragazzina inseguita fin dentro il bar dal profugo che la vuole stuprare – VIDEO



Secondo quanto hanno riferito alcuni testimoni e i gestori del bar, il giovane africano ha seguito la ragazzina dall’inizio di viale Piave fino al bar, dove la minore ha tentato di rifugiarsi per sfuggire alle sue molestie. I due sono finiti in fondo al locale e all’inizio non è stato facile capire la situazione scrive, il giornale locale. La ragazzina, in lacrime, si teneva stretta al petto una cartellina di disegni e l’altro continuava a pressarla contro il muro.

VERIFICA LA NOTIZIA
Da notare la testimonianza soft, probabilmente concordata con il giornalista del Gruppo Espresso. Ormai i profughi/migranti hanno la sensazione di ‘possedere’ tutte le donne italiane. Questa sensazione gliela ha data il governo PD. Licenza di stuprare.

La Questura ha poi reso noto che il migrante fermato è stato arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale (un agente ha una costola incrinata, prognosi di 30 giorni).
La polizia ha anche individuato una testimone, una donna che ha visto lo straniero mentre importunava la ragazzina lungo viale Piave, prima che questa si rifugiasse in lacrime al Caffè 21.

E sempre a Prato:

Ha un permesso di soggiorno per motivi umanitari il 27enne nigeriano sorpreso a spacciare ieri mattina, 12 luglio in via Pacchiani. L’uomo, residente a Prato con precedenti di polizia, è stato fermato dai poliziotti del reparto Prevenzione Crimine impegnato in un pattugliamento straordinario del territorio. Alla vista delle divise il giovane ha gettato un involucro contenente quasi un grammo di eroina, poi recuperato dalla polizia. Durante il controllo sul telefono è arrivata la chiamata di un cliente che voleva comprare droga. A quel punto il nigeriano ha tentato di riappropriarsi del telefono ingaggiando una colluttazione con i poliziotti, costretti a metterlo in sicurezza. Portato in questura è stato denunciato a piede libero per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Uno degli agenti è stato costretto a ricorrere alle cure sanitarie per una forte contusione a una mano guaribile in 5 giorni.

Chi si occuperebbe di stuprare le ragazzine e spacciare, se non ci fossero i ‘nuovi italiani’?


Lascia un commento