VATICANO: “TUTTI GLI AFRICANI LIBERI DI VENIRE IN ITALIA”



“La frase ‘aiutarli a casa loro’, se non si dice come e quando e con quali risorse precise rischia di non bastare e di essere un modo per scrollarsi di dosso le responsabilità”.

Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, esige libertà di invasione per i suoi membri africani.

A margine di un convegno al Senato, Galantino ha anche criticato la contrapposizione tra i poveri e i migranti. Una distinzione che, a detta del segretario della Cei, “è fuori posto” perché alimenta “una guerra tra poveri e le guerre tra poveri in genere servono soltanto ai furbi”.

Detto da chi sulle spalle dei poveri ha fatto carriera, stona. Galantino: trovati un lavoro che non sia fingere di parlare ad un Dio nel quale non credi più. Se mai ci hai creduto.

Che l’immigrazione sia un disastro per i poveri e una manna per l’1% iper-ricco è ormai chiaro a tutti. Anche a Galantino, che facendo parte dell’1% ultra-privilegiato, finge di non saperlo.

VERIFICA LA NOTIZIA
A suo dire, poi, è fondamentale che qualunque extracomunitario sia libero di poter venire in Italia: “Noi lanciamo la campagna ‘liberi di partire – liberi di restare’ con 30 milioni dall’otto per mille di aiuti concreti – ha spiegato – mi piacerebbe che questi numeri enormi muovessero le coscienze e le agende politiche”.

E’ un programma di invasione. Annunciato in modo chiaro. Vogliono utilizzare i soldi predati ai contribuenti italiani per comprare il consenso dei politici all’invasione. L’attuale gerarchia che gestisce la Chiesa è una associazione a delinquere. Nemici del popolo. Da nemici del popolo vanno trattati. Dio non è con loro.


Lascia un commento