Niente trivellazioni a Venezia, Consulta boccia il PD



Non sarà più possibile effettuare perforazioni per giacimenti di idrocarburi nella Laguna di Venezia, perchè sussistono pericoli di subsidenza delle coste. Lo ha deciso la Corte Costituzionale, accogliendo – informa la Regione – il ricorso del Veneto contro il dl 133 del 2014, che permetteva la riattivazione delle attività petrolifere davanti alla laguna.

VERIFICA LA NOTIZIA
La norma prevista dal Governo – afferma la Regione Veneto in una nota – è pertanto “irragionevole”. “Si tratta di uno straordinario successo – ha detto il presidente Luca Zaia – in quanto il nostro ricorso è arrivato dove non era arrivato il referendum contro l’espansione delle attività estrattive in mare”.


Lascia un commento