ISLAM IN ITALIA: 5.000 ANIMALI SGOZZATI VIVI IN UN GIORNO PER FESTA SACRIFICIO



In Italia, come ormai ‘tradizione’, anche quest’anno saranno oltre cinquemila, tra agnelli, montoni e pecore, gli animali sgozzati vivi in occasione della prossima Festa musulmana del Sacrificio, una delle festività più importanti del mondo islamico che si celebra 70 giorni dopo la fine del Ramadam: una vera e propria mattanza legalizzata, tollerata da una legge italiana lassista, ingiusta e sbagliata che consente ai musulmani di fare quello che agli italiani non è – giustamente – permesso.

halalpd

VERIFICA LA NOTIZIA
In Italia, la macellazione degli animali avviene normalmente dopo il loro preventivo stordimento. Tuttavia, la legislazione italiana permette la macellazione senza stordimento per motivazioni religiose. Per accontentare gli invasori. A quando l’omicidio per motivazioni religiose?

L’animale ucciso secondo il rito islamico “Halal” subisce una recisione della giugulare senza anestesia e viene lasciato agonizzare sanguinante per circa venti minuti. Tra atroci sofferenze.



Lascia un commento