Clandestini bruciano tendopoli: “Ora vogliamo casa” – VIDEO



Che sfortuna, lui ha perso tutti i documenti! Un paese alla deriva. Africani clandestini che esigono casa e per i quali il governo vuole costruire una nuova tendopoli perché è bruciata quella abusiva, invece di rimandarli in Africa.

Del resto servono ai referenti del governo a raccattare pomodori per due lire, sennò la ‘ndrangheta non potrebbe sfruttare la manodopera low-cost e verrebbe sostituita da chi, invece, investe in tecnologia come accade in altri paesi dove la raccolta, ormai, è automatizzata.


Lascia un commento