ISLAMICO UCCIDE GENITORI POLITICO ANTI-IMMIGRAZIONE: “VI SIA DI ESEMPIO”



Una notizia che i media di distrazione di massa italiani hanno, accuratamente, evitato di dare. Eppure è accaduto poco sopra i nostri confini settentrionali, a Linz, in Austria.

E’ lì che questo venerdì, un musulmano di 54 anni, Tunisino, ha barbaramente ucciso una coppia di anziani quasi novantenni. Il motivo? Erano contro l’immigrazione, genitori di un membro locale del Partito della Libertà austriaco, la FPO che fu di Haider.

Secondo quanto ha confessato, voleva vendicare il ‘razzismo degli austriaci’ su simpatizzanti del partito austriaco anti-immigrazione per eccellenza. Voleva fare delle sue vittime ‘un esempio’ per sottomettere gli austriaci.

VERIFICA LA NOTIZIA
Il migrante vive in Austria dal 1989, quindi, secondo la legge sullo Ius Soli in discussione al senato, avrebbe diritto alla cittadinanza automatica (già la nostra attuale lo prevede dopo 10 anni ma senza automatismo). Nel 2012 era stato denunciato da attivisti della FPO per crudeltà verso gli animali. Questo e la decurtazione del sussidio lo hanno convinto che doveva vendicarsi contro i ‘razzisti’.

La donna è stata strangolata, il marito ucciso a bastonate e coltellate. Poi l’immigrato ha dato fuoco alla casa. I cadaveri sono stati scoperti dai pompieri.

Ragazzi, non c’è scelta. E’ noi, o loro.



Lascia un commento