NOI LI ACCOGLIAMO, LORO SPACCIANO: PROFUGHI CON 40 DOSI DI DROGA ADDOSSO



Treviso. Nel pomeriggio di ieri personale del Nucleo Operativo con tre pattuglie, del Nucleo Polizia Giudiziaria con agenti in borghese ed Unità Cinofila, hanno effettuato accurati controlli all’interno dei Giardini di Riviera Santa Margherita e Porta Altinia. Numerose le persone identificate, compresi richiedenti asilo tutti in regola con il permesso di soggiorno.

Un cittadino nigeriano di 22 anni, a seguito di segnalazione del cane antidroga Trixie, è stato accompagnato al Comando di via Castello d’Amore dove perquisito, è stato trovato in possesso di 40 dosi di droga ed una discreta somma di denaro in contante (350 euro), probabile provento dell’attività di spaccio. Lo straniero, incensurato e già allontanato dal centro accoglienza, è stato denunciato a piede libero. Immediatamente per lui scatterà anche la segnalazione alla Prefettura ed all’Ufficio Immigrazione della Questura, per i provvedimenti di loro competenza.

Ridicoli. Li ‘cacciano’ dalle strutture lasciandoli liberi di spacciare. E poi, con 40 dosi di droga li ‘denunciano’. Governo clandestino.

Nella mattinata di oggi, a seguito di richiesta d’intervento pervenuta da parte del servizio di vigilanza dell’area Appiani, personale della polizia locale ha identificato 9 richiedenti asilo pakistani che bivaccavano (da mesi e mesi) all’interno del vano scale del parcheggio interrato del piazzale delle istituzioni. Gli stranieri, tutti in regola con il soggiorno (rifugiati politici a tutti gli effetti) sono stati allontanati dall’area. L’ispezione dei locali ha portato al ritrovamento di 40 grammi di droga, già confezionati per la vendita ed una dose di cocaina.


Lascia un commento