Bergoglio dovrà pagare l’Imu, in Spagna



“Le esenzioni fiscali di cui gode la Chiesa cattolica in Spagna possono costituire aiuti di Stato vietati se e nella misura in cui siano concesse per attività economiche”: lo ha stabilito la Corte di Giustizia Ue in una sentenza. La sentenza della Corte riguarda la causa intentata da una congregazione religiosa della Chiesa cattolica spagnola, in qualità di ente responsabile di una scuola religiosa che si trova vicino a Madrid. La congregazione ha chiesto allo Stato il rimborso di un’imposta comunale sulle costruzioni di circa 24.000 euro, versata per lavori realizzati in un edificio scolastico che ospita la sala conferenze della scuola. Ha chiesto il rimborso invocando un accordo concluso tra la Spagna e la Santa sede (prima dell’adesione della Spagna alle Comunità europee) che prevede diverse esenzioni fiscali a favore della Chiesa cattolica.

VERIFICA LA NOTIZIA
Ora tocca all’Italia. La Chiesa, per essere fedele a Cristo, deve essere povera, non fare business. Caritas e vari enti che incassano con gli sbarchi devono essere smantellati.

Ovviamente mai l’Imu sulle chiese, tanto per essere chiari.



Lascia un commento