Trump cancella ‘tradizione’: niente cena Ramadan alla Casa Bianca



La decisione di Donald Trump ha mandato in visibilio i suoi elettori, l’hanno votato per questo. Anche per questo. A pochi giorni dalla probabile decisione della Corte Suprema sul bando islamico il presidente degli Stati Uniti ha deciso di non organizzare quest’anno la consueta cena alla Casa Bianca per la fine del Ramadan, un gesto stigmatizzato dalla comunità musulmana in America.

Erano decenni che non accadeva, visto che il famigerato “White House iftar dinner” è stato celebrato ogni anno nel corso delle ultime tre amministrazioni, da Bill Clinton a Barack Obama passando per George W.Bush. Quest’anno invece la Casa Bianca si è limitata a una nota in cui ribadisce l’impegno degli Stati Uniti «a onorare i valori della pietà, della compassione e della buona volontà insieme ai musulmani nel mondo», giusto per scrivere qualcosa.

VERIFICA LA NOTIZIA
Ma niente ricevimento. Nel 1996 fu l’allora first lady Hillary Clinton a dare il via all’iftar dinner, invitando alla Casa Bianca oltre 150 ospiti tra cui le più importanti personalità islamiche residenti negli Usa. George W. Bush proseguì anche all’indomani degli attentati dell’11 settembre 2001, perché il suo obiettivo non era difendere il paese dall’islam, ma usare l’islam per invadere il mondo. Le ultime otto cene durante i due mandati di Hussein Obama sono state particolarmente ‘sentite’. Ma ora c’è Trump.


Lascia un commento