Guardian: ‘In Italia finora niente attacchi islamici perché non c’è Ius Soli’



Si può sintetizzare così la risposta emersa in un articolo sul tema del quotidiano britannico

“Perché l’Italia è stata risparmiata dagli attacchi terroristici islamici degli ultimi anni?”, è la domanda che si è posto in un articolo il giornale dell’oligarchia britannica, il Guardian. E la risposta principale che il quotidiano si è data l’avete letta su Vox tantissime volte: “La differenza principale è che l’Italia non ha una popolazione ampia di immigrati di seconda generazione radicalizzata o che potrebbe essere radicalizzata“, ha spiegato Francesca Galli, assistente presso l’Università di Maastricht ed esperta di politiche contro il terrorismo.

CON LO IUS SOLI AVREMMO MILIONI DI ISMAIL E YOUSSEF: LE NOSTRE STRADE SI COPRIREBBERO DI SANGUE

Talmente evidente da non potere, ormai, essere nascosto. Tranne dalle parti dei politici abusivi al governo. C’è una chiarissima correlazione tra immigrati di seconda e terza generazione e terrorismo islamico: più l’immigrazione è matura, più diventa violenta e, ovviamente, organizzata in modo tale da permettere di veicolare questa violenza. In genere, i profughi che colpiscono devono avere supporto di ‘cittadini’, non è un caso che gli unici due eventi ‘italiani’ abbiano visto come protagonisti due meticci con la cittadinanza.

Correlazione tra numero di immigrati islamici e attentati – MAPPA

VERIFICA LA NOTIZIA
Basterebbe solo questo a gettare via il ddl sullo Ius Soli e a bloccare l’immigrazione, soprattutto i ricongiungimenti familiari tanto cari alle tonache del Vaticano per ovvi motivi.

Insomma, l’Italia non ha ancora vissuto eventi di terrorismo islamico di una certa rilevanza sulla propria pelle perché non ci sono abbastanza immigrati di seconda generazione. Una classe dirigente degna di questo nome eviterebbe di percorrere la stessa strada di Francia e Regno Unito.



Lascia un commento