Ferrara contro Ius Soli: “E’ sostituzione demografica”



Ferrara irrompe nel dibattito sul famigerato Ius soli.

Chi condanna per oscenità le paure di quelli che temono l’espropriazione dell’identità e recita la parte dell’umanitarismo universalista a buon mercato sulla questione della cittadinanza per diritto di nascita nel territorio di una nazione è il peggiore dei demagoghi, è il demagogo che non sa di esserlo“.

È in atto il rimpiazzo demografico, e dunque civile, del vecchio ordine e della vecchia identità biologica e storica del nostro mondo“.

VERIFICA LA NOTIZIA
Non è un avversario morale della gente per bene, chissà quale gente, poi, chi si domanda come sia possibile reggere e tenere insieme una comunità nazionalizzando ope legis quasi un milione di nati qui nel contesto del fenomeno migratorio. È solo un cittadino che ha un’opinione diversa da quella destinata a prevalere in Parlamento“.

Al di là delle parole altisonanti e mandatorie dei demagoghi umanitari, che il multiculturalismo è un fallimento accertato”.

“Altro che moraline, bisogna dare un’armatura di razionalità e di volontà a un mondo che sente di averla persa. Un compito decente e grave, non un affare per piccole demagogie“.

Il fatto è che il Parlamento che dovrebbe approvare la legge non è legittimo. E’ un tugurio morale da disinfestare.



Lascia un commento