Il migrante puzza troppo, vagone evacuato: treno da incubo



Viaggiava nello scompartimento vuoto perché gli altri passeggeri avevano abbandonato i loro posti a causa della tanfa insopportabile che emanava.

E’ successo su un treno della Roma-Napoli. Alcuni passeggeri hanno chiamato il controllore dopo che un immigrato era salito su un vagone, rendendo l’aria totalmente irrespirabile. Pare fosse ricoperto di escrementi, il puzzo nello scompartimento era talmente forte che la situazione era diventata insostenibile.

Il treno proveniente da Torino, si era fermato a Roma alle 10.12. All’altezza di Colleferro è entrato nella carrozza 7 un senegalese, si è seduto, ed è cominciato l’incubo per gli altri passeggeri, quelli con il biglietto.

In pochi minuti il vagone è stato evacuato, tutti i passeggeri della carrozza, 12 persone, hanno lasciato il vagone. Turisti stranieri compresi.

VERIFICA LA NOTIZIA
A quel punto il controllore chiamato dai passeggeri ha scoperto che l’africano, oltre a puzzare oltre il sopportabile, viaggiava anche senza biglietto. Ma il treno non poteva fermarsi e le regole proibiscono di lanciare un africano senza biglietto dal treno, così il migrante è rimasto a bordo, fuori dallo scompartimento. Arrivati a Napoli è sceso al volo dileguandosi tra la folla, seguito dal suo parfum.



Lascia un commento