C’è lo Ius Soli, l’emergenza Vaccini può attendere

Quanto sia strumentale la cosiddetta ‘emergenza vaccini’ – che sono utili, ma senza fanatismi -, lo dimostra quanto accaduto poche ore fa in aula, al Senato. In quella sorta di cloaca della democrazia dove una maggioranza abusiva e senza legittimazione popolare esige di approvare una legge fondamentale come lo Ius Soli.

Il Pd ha proposto e votato l’inversione dei punti all’ordine del giorno, anticipando quello sui diversi emendamenti relativi allo Ius soli e posticipando la discussione sui vaccini. Erano una ‘emergenza’, oggi non lo sono più.

La verità è che non sono mai stati un’emergenza. Ma solo una invereconda marchetta alle multinazionali del farmaco. E’ molto più urgente, ora, crearsi un esercito di ‘nuovi elettori’ democraticamente analfabeti, provenienti dai buchi neri del mondo, che sostituiscano gli italiani in fuga dal PD: merce da urna elettorale.

Già abbiamo parlato di cosa questo significhi per la nostra sicurezza, viste le decine di terroristi islamici di seconda generazione che hanno colpito nei paesi dove lo Ius Soli più o meno temperato è già legge; e già abbiamo parlato di come centinaia di migliaia di ‘nuovi francesi’ abbiano devastato le banlieus parigine. Quello di cui nessuno ha parlato è che tutti questi potenziali ‘nuovi italiani’ (brividi di disgusto mentre lo scriviamo) arrivano da paesi che sono democraticamente analfabeti. Ma il punto è proprio questo: al pd non servono cittadini maturi, servono greggi da portare alle urne.



Lascia un commento