Usano bus con migranti, ragazzini italiani contagiati da Tubercolosi



Sul drammatico caso della famiglia che è stata contagiata dalla Tubercolosi nel paesino dove sono ospitati profughi infetti:

TUBERCOLOSI TRA I PROFUGHI, SI INFETTA FAMIGLIA LOCALE: SINDACO CHIUDE SCUOLA MEDIA

C’è da aggiungere la notizia di un’altra ragazzina contagiata. E’ stata infatti confermata l’infezione di tubercolosi per la quindicenne di Salza Irpina ricoverata ieri al Moscati di Avellino. Fortunatamente l’infezione è stata individuata in fase iniziale e oggi è già partita la terapia.

CLICCA

VERIFICA LA NOTIZIA
A legare la ragazzina con il dodicenne di San Potito Ultra ricoverato per tubercolosi è il pullman sul quale entrambi i ragazzini hanno viaggiato. Mezzo sul quale è salito anche un immigrato al quale è stato applicato, su disposizione del commissario prefettizio di San Potito Ultra, Mario la Montagna, il TSO (Trattamento sanitario obbligatorio) perché infetto. Come infetti sono altri profughi della cittadina che probabilmente potrebbero avere utilizzato i trasporti pubblici.


Lascia un commento