Lampedusa festeggia Liberazione: “Grazie, avete estirpato il cancro Nicolini”

“Grazie, avete estirpato il cancro lampedusano”. E’ una delle scritte apparse su alcuni muri di Lampedusa all’indomani della liberazione con la sconfitta di Giusi Nicolini, sindaco mascotte di clandestini e salottini radical chic, superata alle amministrative dall’imprenditore Salvatore Martello, eletto al primo turno, e arrivata solo terza.

VERIFICA LA NOTIZIA
Le scritte liberatoria di una cittadinanza stufa di essere venduta ai media come massa di cuckold in calore per i clandestini, apparse in diverse strade dell’isola delle Pelagie, sono state cancellate subito da alcuni sgherri della Nicolini.



Lascia un commento