IUS SOLI: GRILLO SI SCHIERA CONTRO, ASSE LEGA-M5S PER BOCCIARE LEGGE PRO-TERRORISTI



Il ddl sul famigerato ius soli approderà all’esame dell’aula del Senato senza relatore. Il provvedimento è in calendario per domani, e sarà incardinato subito dopo il voto sulla manovra. La decisione di non dare mandato al relatore è stata presa dalla commissione Affari costituzionali del Senato, che, constatato l’enorme numero di emendamenti presentati, quasi 8mila, ha visto tutti i gruppi concordare su questa scelta.

VERIFICA LA NOTIZIA
Sul provvedimento c’è l’asse dei filo-islamici Pd-Si-Mdp favorevole al riconoscimento della cittadinanza italiana ai futuri terroristi nati in Italia. Si oppongono Lega e FI e, nel pomeriggio, è arrivata una bella notizia, la presa di posizione del Movimento 5 Stelle che ha annunciato ufficialmente la propria astensione sul provvedimento, con un post sul blog di Beppe Grillo: “Quello che ci propinano è un pastrocchio all’italiana che vuol dare un contentino politico a chi ancora si nutre di ideologie. Concedere la cittadinanza italiana significa concedere la cittadinanza europea, quindi un tema così delicato deve essere preceduto da una discussione ed una concertazione con gli stati dell Unione europea, per avere regole uniformi. Per questi motivi il MoVimento 5 stelle, coerentemente con quanto già fatto alla Camera, sul tema dello Ius Soli esprimerà voto di astensione”.

Come saprete al Senato l’astensione equivale al voto contrario. Da vedere se i senatori grillini ‘reggeranno’. E il comportamento delle vacche moderate.



Lascia un commento