Governo contro Roma: “Dovete accogliere altri 2 mila africani”



La Capitale può accogliere altri duemila migranti. Il Viminale risponde così, dalle colonne di Repubblica, alla richiesta del sindaco di Roma Virginia Raggi per una moratoria sui nuovi arrivi di cittadini stranieri nella Capitale.

Nella lettera indirizzata ieri al prefetto di Roma, Paola Basilone, la Raggi aveva chiesto, infatti, di limitare l’invio di nuovi migranti nella Capitale, dove, secondo la sindaca sarebbe “rischioso” creare “altre strutture di accoglienza”. La sindaca pentastellata ha chiesto anche un “incontro al responsabile del Viminale per intervenire sul tema degli arrivi incontrollati”. Ma il ministero dell’Interno, complici gli sbarchi che non si fermano e i ricollocamenti che vanno avanti col contagocce, non sembra disposto a fare concessioni in questo senso. “I numeri sono questi e tutti devono fare di più”, dicono dal ministero a Repubblica. Compresa la Capitale, che “stando alle quote concordate con l’Anci” potrebbe “ancora accogliere altri 2mila rifugiati”.

Sono 200mila, infatti, sempre secondo quanto riferito dalle fonti del ministero, i migranti di cui quest’anno dovrà farsi carico il nostro Paese. E, dicono dal Viminale, “sappiamo delle tensioni che circolano”, visto che molti comuni sono in difficoltà nel fronteggiare l’emergenza. La lettera della sindaca quindi, secondo quanto scrive Repubblica, al ministero dell’Interno se l’aspettavano. Ma secondo i calcoli del Viminale nella Capitale ci sarebbe spazio per sistemare altri duemila richiedenti asilo, che salgono a 5mila se si parla di Milano.

VERIFICA LA NOTIZIA
I migranti ospitati nella Capitale sono circa 7mila e rappresentano lo 0,25% della popolazione cittadina. Di questi, secondo gli ultimi dati diffusi dal Viminale, circa 4.200 sono ospitati nei centri di accoglienza e altri 2.700 nelle strutture Sprar. La Prefettura di Roma ha destinato 103 milioni di euro all’accoglienza di 8mila richiedenti asilo nella Capitale e nei comuni della provincia per il 2017. Ulteriori 31 milioni di euro per offrire una sistemazione a 3.253 nuovi migranti sono stati stanziati lo scorso febbraio da Palazzo Valentini. Attualmente, a Roma e provincia sono presenti oltre 70 strutture di accoglienza. Restano però le situazioni critiche, come quella dei migranti transitanti, alcune centinaia di persone, che passano la notte accampati nelle tendopoli abusive allestite da mesi da volontari e attivisti alla Stazione Tiburtina. Per i migranti di passaggio nella Capitale il Campidoglio aveva messo a disposizione il Ferrhotel, un ex albergo per ferrotranvieri, poco distante dalla stazione Tiburtina. La struttura doveva essere pronta entro giugno, ma l’apertura del nuovo centro di accoglienza è stata rimandata a data da destinarsi, mentre centinaia di persone continuano a rimanere senza un tetto. Roma, insomma, parola del sindaco, non riesce più a gestire il flusso di migranti sul proprio territorio. Ma dal ministero dell’Interno non sembrano disposti a fare sconti.


Lascia un commento