Ai bambini insegnano la sostituzione etnica – FOTO



VERIFICA LA NOTIZIA
Le seguenti fotografie sono state scattate all’interno della Scuola Primaria T. Olivelli di Gussago (BS). Tra inni alla società multirazziale e al meticciato si scorge un cartellone fatto da alcuni bambini, ovviamente imbeccati dai loro pseudo “insegnanti”, dove sono riportati i “loro” pensieri, scritti dopo un incontro con alcuni finti-profughi: un vero e proprio lavaggio del cervello dove, al posto della cultura e della lingua italiana (si leggono infatti numerosi errori ortografici, evidentemente non corretti dai maestri), viene inculcata nelle innocenti menti dei bambini l’apologia dell’invasione e il senso di colpa tipico della decadente società occidentale. I genitori saranno a conoscenza di tutto questo?



Lascia un commento