Dopo i Pirla di Milano, marciano i cannati di Roma: marcia per la droga libera



Il declino. Dopo i Pirla di Milano, i cannati di Roma. Al grido di ‘Cannabis legale’, spacciatori e consumatori di marijuana marciano per la 17/ma edizione romana della “Million Marijuana march”. La ‘marcia’, che si svolge a maggio in oltre 400 città del mondo, ha l’obiettivo di “chiedere la fine di ogni ‘persecuzione’ verso gli assuntori, l’accesso incondizionato all’utilizzo terapeutico da parte dei pazienti (cosa ben diversa da non mischiare assolutamente) che intendono sperimentare le proprietà benefiche della cannabis e la riappropriazione del diritto per tutti e tutte di poter legittimamente coltivare una pianta che appartiene al patrimonio genetico dell’umanità”, spiegano gli organizzatori. Anche le foglie di coca appartengono al ‘patrimonio genetico’ dell’umanità, e il papavero da oppio. O i funghi velenosi.

Studio: Marijuana causa mutazione genetiche, tumori

Il corteo è partito da Piazza della Repubblica e arriverà in piazza San Giovanni. Tra gli slogan, ‘Autoproduzione unica soluzione, senza nessun monopolio niente più mafie e persecuzione!”. Hanno anche fatto la rima, non male per chi deve avere pochi neuroni sopravvissuti.

Studio: consumo Marijuana rimbambisce, effetti su perdita memoria


VERIFICA LA NOTIZIA



Lascia un commento