LIBIA ACCUSA GOVERNO ITALIANO: “CI DISARMANO CONTRO SCAFISTI”



Conferenza stampa choc dell’ufficiale di collegamento della marina libica con l’Italia, dopo la consegna ricevuta da parte italiana, negli ultimi giorni, di 4 pattugliatori ai quali preso si aggiungeranno altri 6, necessari a combattere il traffico umanitario.

“Questi pattugliatori non sono dotati di armi. Non possiamo utilizzarli per il pattugliamento, visto che i trafficanti sono sempre armati”, ha accusato Tomia, l’ufficiale di marina di alto livello incaricato della cooperazione con l’Italia in una conferenza stampa a Tripoli. “Abbiamo chiesto all’Italia di armare le motovedette, ci troviamo di fronte feroci bande armate”.

VERIFICA LA NOTIZIA
E’ evidente che non si vuole bloccare il traffico e disturbare le Ong. Troppo redditizio per il partito di Mafia Capitale. Il governo italiano è tassello decisivo nell’africanizzazione dell’Europa, l’ultimo eletto è stato fatto saltare proprio per questo.



Lascia un commento