Emergenza profughi: beccati a spacciare droga a 13 enni e a rapinare

La situazione dei profughi, o sedicenti tali, è ormai fuori controllo. Solo ieri, oltre il caso del ghanese che ha occupato la casa di due anziani, non prima di averli pestati, c’è da registrare anche:

Sorpreso a spacciare marijuana a due ragazzini di 13 anni, un 25enne del Gambia, Bubacarr Puyè, rifugiato politico ospite dell’hotel Excelsior di Montesilvano, è stato arrestato dalla Polizia. L’episodio è avvenuto ieri pomeriggio, in via Ariosto, nella città adriatica.
L’arresto è stato eseguito dal personale della Sezione Antidroga della Squadra Mobile di Pescara, in collaborazione con personale della Squadra Volanti, nell’ambito di un’attività di contrasto allo spaccio di stupefacenti.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il giovane è stato anche trovato in possesso di un involucro contenente un’altra dose della stessa sostanza. Lo straniero è stato portato nel carcere di Pescara a disposizione dell’autorità giudiziaria.
I due 13enni sono stati riaffidati alle famiglie, come disposto dalla Procura per i minorenni dell’Aquila.

E:

Due profughi africani, risultati poi ospitati da qualche tempo in una struttura di Sondrio domenica, intorno alle 23 hanno tentato una rapina ai danni di un uomo in una via interna di Morbegno.

I due pur non essendo armati hanno fermato l’uomo per farsi consegnare del denaro. Ma quest’ultimo è riuscito prontamente a divincolarsi e a darsi alla fuga a piedi per poi dare l’allarme a una pattuglia dei Carabinieri della caserma di Morbegno in servizio di perlustrazione notturna.

VERIFICA LA NOTIZIA

Grazie ad un’accurata descrizione dalla vittima i Carabinieri sono riusciti a rintracciare i due mancati rapinatori in pochissimo tempo.
Una volta fermati i due stranieri avrebbero avuto una violenta reazione, insultanto e picchiando i Carabinieri che li hanno arrestati con le imputazioni di tentata rapina e resistenza a pubblico ufficiale.


Lascia un commento