Taormina, una città circondata da muri per proteggere i padroni del mondo



Zona rossa, navigazione interdetta, chiusura delle scuole e perfino del cimitero, divieto di gettare la spazzatura e bagni in mare solo entro 50 metri dalla battigia. Sono state definite dalla prefettura di Messina le misure si sicurezza per la riunione del G7 a Taormina il 26 e 27 maggio prossimi.
Dal 22 al 27 maggio saranno istituite un’Area ad accesso riservato ed una Zona di massima sicurezza, alle quali potranno accedere, soLo agenti e persone in possesso dell’apposito badge. La prima area ricopre praticamente tutta Taormina. La seconda coincide con la zona dove si svolgerà il vertice e saranno alloggiati i ‘leader’.

VERIFICA LA NOTIZIA
In pratica una città sotto assedio. Sottratta ai suoi abitanti. Come vedete, i padroni del mondo erigono muri, per difendere se stessi: dove sono loro, si accede soltanto con un ‘apposito badge’. Gli sbarchi sono, ovviamente, proibiti.

La retorica dei ponti, vale solo per i cittadini comuni. Nei loro quartieri può entrare chiunque. Anzi, te lo inviano e devi accettarlo sennò giù manganelli. La nostra democrazia, se mai è stata tale, si sta trasformando in una forma di oligarchia tra le peggiori.



Lascia un commento