Nonna Renzi una di noi: “Gli immigrati sono troppi, io glielo dico ma lui dice di no”



Chi meglio della madre di Tiziano nonché nonna di Matteo per spiegare chi sono davvero i Renzi? Nessuno, e infatti Il Corriere della Sera si è rivolta proprio ad Anna Maria, nonna dell’ex premier, 87 anni, per carpire qualche informazione in più sui due, Matteo e Tiziano, subito dopo la pubblicazione dell’intercettazione in cui il primo chiedeva al secondo lumi sui suoi incontri con Romeo. “Lui va d’accordo col padre. Non hanno mai litigato, nemmeno quando il ragazzo era piccolo. Certo, il carattere è quello lì”, premette. “Il Matteo vuole fa’ sempre quello che vuole lui”. E il babbo? “Ha un carattere forte anche lui. Ma poi non c’era mai perché lavorava sempre fuori. E il ragazzo alla fine riusciva sempre ad averla vinta”. Nemmeno da piccolo, Matteo era accomodante? “Noo. Come ora. Uguale”. Un “caratterino” è per sempre, dunque.

VERIFICA LA NOTIZIA
Poi parla di suo figlio, Tiziano, e di come vive l’attenzione mediatica che l’ha travolta. Da quando Renzi è al governo, spiega, “il mi’ figliolo non ha più pace. Si ritrova anche quelli che gli fanno le fotografie sotto casa. S’inquieta, s’inquieta. S’è anche sentito poco bene. Ma noi siamo una famiglia per bene”. E ancora, sui giornalisti, spiega che “cercavano cercavano”. Ma che cosa? “Ah, boh. I massoni? Di queste cose non ne capisco”. E secondo Anna Maria, “lo fanno solo perché “Matteo vuole tornare su”, al governo”. E Tiziano non è contento? “Certo, però dopo lo vede che succede?. E qui viene fuori l’animo un poco “leghista” della signora: “Troppi problemi. Prima il terrorismo, dopo gli immigrati che arrivano e sono tanti tanti. Matteo dice che non è vero, ma per me non è così“.

C’è vita intelligente in casa Renzi.


Lascia un commento