Rovigo, Musulmano vuole uccidere cristiani come a Nizza: giudice lo mette ai domiciliari

VERIFICA LA NOTIZIA
Era stato arrestato per ‘reati minori’, come capitato per molti terroristi islamici, il giovane marocchino che il 14 luglio scorso aveva esultato quando un camion, lanciato sul lungomare di Nizza, aveva ucciso 84 persone ferendone centinaia. Ma ora, l’immigrato spacciatore con ‘simpatie’ per le stragi islamiche, è stato messo agli arresti domiciliari, che sta scontando in un comune del Polesine per la gioia dei suoi vicini di casa.

Troppo lieve la pena per spaccio per tenerlo ancora dietro le sbarre. Ed evidentemente il fatto di essere “attenzionato” per la sua vicinanza al mondo del terrorismo islamico non è stato ritenuto motivo sufficiente per prolungarne la detenzione. E così, ora, l’islamista è stato scarcerato. E si trova in una casa del Polesine, in attesa di essere definitivamente libero e guidare un camion contro la folla.


Lascia un commento