Effetto PD: Pil inchiodato, + 0.2%



Crescita inesistente nel primo trimestre del 2017. Il prodotto interno lordo (PIL) è aumentato di un misero 0,2% rispetto al trimestre precedente e dello 0,8% nei confronti del primo trimestre del 2016.

La variazione congiunturale è la sintesi di una diminuzione del valore aggiunto nel comparto dell’industria e di un aumento sia in quello dell’agricoltura, sia in quello dei servizi. Dal lato della domanda, vi è un contributo positivo della componente nazionale (al lordo delle scorte) e un apporto negativo della componente estera netta.

VERIFICA LA NOTIZIA
Nello stesso periodo il PIL è aumentato in termini congiunturali dello 0,6% in Germania, dello 0,3% in Francia e nel Regno Unito e dello 0,2% negli Stati Uniti. In termini tendenziali, si è registrato un aumento del 2,1% nel Regno Unito, dell’1,9% negli Stati Uniti, dell’1,7% in Germania e dello 0,8% in Francia. La variazione acquisita per il 2017 in Italia è pari a +0,6%.

Noterete che l’Euro ha un impatto devastante. Tranne in Germania, ovviamente, per la quale è un Marco svalutato che consente un continuo boom delle esportazioni. Ma attenzione, a discapito di impoverimento interno e calo della domanda domestica causato dalla contrazione dei salari reali.


Lascia un commento