Volontario accoglie profughi, folgorato da corrente

Un ‘volontario’ di 51 anni della cooperativa che gestisce a spese dei contribuenti decine di cosiddetti profughi sistemati in una palazzina privata in via Bocchi 19 a Brescia è rimasto folgorato venendo a contatto con una presa della corrente elettrica. Le sue condizioni sono gravi, ma non sarebbe in pericolo di vita.

VERIFICA LA NOTIZIA
Secondo i primi riscontri dell’Asl, l’impianto elettrico non sarebbe a norma e il caso sarà portato all’attenzione della Procura di Brescia. Al momento nello stabile sono presenti una quarantina di richiedenti asilo. Clandestini.


Lascia un commento