Rogo Pomezia: presenza Amianto, vietato consumare cibi da zona



“La Asl ha rilevato la presenza di amianto sul materiale campionato”. Lo comunica in una nota il procuratore di Velletri Francesco Prete rendendo noti i primi risultati nel quadro degli accertamenti sull’incendio presso l’impianto di stoccaggio rifiuti Eco X di Pomezia.

VERIFICA LA NOTIZIA
Il “divieto immediato di approvvigionamento delle derrate alimentari provenienti da un raggio di 50 km dal luogo dell’evento fino a nuova disposizione” é stato inviato dal Campidoglio a una serie di aziende di ristorazione della zona di Pomezia. La comunicazione urgente del Dipartimento Scuola arriva a quattro giorni dall’incendio nello stabilimento della Eco-X sulla Pontina e riguarda i cibi destinati alle mense scolastiche servite dalle aziende interessate.

Nelle indagini sull’incendio della Eco X di Pomezia, vicino a Roma, “bisogna approfondire sulla proprietà dell’azienda e gli eventuali collegamenti che possono esserci con la criminalità”. Così il sindaco M5S di Pomezia Fabio Fucci. “Temo i risvolti di cui le cronache sono pieni, ovvero incendi di rifiuti con la criminalità che fa i soldi come può e poi si disfa di tutto”, aggiunge. “Se c’è un collegamento tra il rogo alla Eco X e l’attentato incendiario a una sede del Comune di Pomezia lo scorso 27 aprile? E’ un pensiero che ho fatto”, ancora Fucci. “Ci ho pensato perché le due cose sono avvenute a distanza di così pochi giorni – dice il sindaco di Pomezia – Però è difficile dire se le due cose sono collegate.
Non sono stato ancora contattato dalla procura come persona informata dei fatti”.



Lascia un commento