Suora selezionava bambini da stuprare, poi li passava ai preti



Per comprendere la politica di una parte marcia della gerarchia vaticana su immigrazione, Ong e meticciato, è utile parlare dell’orrore inimmaginabile che arriva dall’Argentina. Dove una suora selezionava, sceglieva e procurava bambini per le voglie sessuali dei preti pedofili.

È finita ieri in manette Kosaka Kumiko, 42 anni, rinominata dai media locali “la suora degli abusi”. La donna è al centro degli scadali che hanno investito la chiesa in Argentina. Quella di Bergoglio.

CHIESA SCOSSA DA SCANDALO GAY E PEDOFILIA, PRETE CONFESSA STUPRI RAGAZZINI – VIDEO CHOC

VERIFICA LA NOTIZIA
L’Istituto Provolo di Mendoza (leggi notizia in alto), accusato in passato di violenze sessuali di preti su ragazzi sordomuti. Un orrore tremendo, aiutato -secondo gli investigatori – proprio da suor Kumiko, che si sarebbe macchiata del crimine di selezionare i bambini più vulnerabili per consegnarli nelle mani degli orchi in tonaca. Lo scandalo tocca da vicino anche l’Italia, visto che l’associazione ha la base operativa a Verona. Nel dicembre scorso scattarono le manette ai polsi per due sacerdoti con l’accusa di pedofilia: Nicola Corradi, 82 anni, il quale venne trasferito in Argentina proprio perché in Italia era stato accusato di violenza sessuale; e Horacio Corbacho, 52, accusato di circa venti bambini di 12 anni.

Quando sentite un vescovo parlare di ‘accoglienza’, o quando leggete di qualche prete che ha aperto le porte della canonica a tanti giovani maschi africani, sapete perché. La Chiesa deve essere ripulita da questi individui. Prima che il marcio si diffonda a tutta la società.


Lascia un commento