Il vescovo che ci vuole tutti meticci: “Non si torna indietro”

Gli italiani disertano le chiese, la presenza alla Messa raggiunge i minimi storici, ma i bergogliani non se ne curano, e non se ne cureranno finché proseguirà il flusso di miliardi di euro che continuano a ricevere con l’8 per mille grazie ai maneggi politici.

Quindi, totalmente avulsi dalla realtà che li circonda, continuano, come il nuovo vescovo di Ferrara, il trafficante di anime Perego, a propagandare il genocidio del popolo italiano: «Il meticciato è una realtà ineludibile», ha ripetuto dopo le polemiche sollevate dal suo intervento precedente.

Dal giornale locale:

VERIFICA LA NOTIZIA

«Il meticciato è una realtà ineludibile». Detto così, senza giri di parole. Ribadito con i numeri: mezzo milione di famiglie miste in Italia.
«Non sono opinioni, ma dati certi. Neppure l’immigrazione risolverà il problema demografico». Detta così, affrontando di petto una questione che divide – e nella Ferrara in cui arriverà da vescovo ha già acceso polemiche – la prima risposta di un dialogo che necessariamente parte dall’attualità, dà la misura dell’indole di Gian Carlo Perego. Uomo pacato, ma tenace e deciso. Sono le dieci del mattino, all’ordinazione mancano sei ore, lo incontriamo nel seminario di Cremona. Le parole sull’immigrazione come linfa vitale per l’Europa e la difesa delle Ong attive nel canale di Sicilia hanno avuto un’eco vasta.
Matteo Salvini ha chiesto un incontro per “spiegargli alcune cose”. Il vescovo vuole correggere il tiro? «Assolutamente no, indietro non si torna».

Indietro non si torna? E’ questo che terrorizza questi scalmanati fautori del meticciato, questi fanatici camuffati da preti: che si torni indietro. E li terrorizza perché è possibile, basta volerlo.

Poi un appunto: dire le bugie, vescovo, è peccato. Non esistono “mezzo milione di famiglie miste” in Italia. A meno di non volere definire tali quelle marocchino-tunisine o romeno-albanesi: ma saranno coppie miste loro. In realtà l’Italia è in fondo alla classifica, addirittura dietro la Spagna:

Dis-Integrazione: in Italia troppo poche le ‘coppie miste’

A suon ci menzogne e di seghe mentali sul meticciato, si finisce all’inferno.


Lascia un commento