Effetto Bergoglio: fedeli in fuga dalla Messa, presenza ai minimi storici – GRAFICO

Se nel 2007 un italiano su tre (esattamente il 33,43 per cento) dichiarava di frequentare luoghi di culto almeno una volta alla settimana, oggi la percentuale è scesa al 27,5%, minimo storico degli ultimi dieci anni.

E’ la dimostrazione che Bergoglio è ‘popolare’ solo tra i non cristiani e sta allontanando i fedeli.

La presenza nei luoghi di culto cattolici, causa Bergoglio, è scesa al suo minimo. Entra in chiesa almeno una volta alla settimana poco più di una persona su quattro: negli anni del pontificato di Benedetto XVI la partecipazione si è sempre tenuta oltre il 30 per cento mentre è arretrata con Francesco.

D’altro canto aumentano quelli che non mettono mai piede in chiesa, neppure la domenica: erano il 18,2% nel 2007 e sono il 22,7 oggi.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il gruppo che si è assottigliato di più è quello dei giovanissimi dai 18 ai 24 anni, che ha perso ben il 30% dei frequentanti, mentre la flessioni è più contenuta per i 25-29 enni (- 20%) e aumenta ancora (30%) tra gli adulti dai 55 ai 59 anni. Per gli italiani dai 40 ai 50 anni il calo è del – 10%, per gli over 50 del -12%.

La Chiesa cattolica sta replicando quanto avvenuto in Inghilterra con gli anglicani: aprirsi ha un effetto entropico.


Lascia un commento