MILANO, RETATA STAZIONE: PROFUGHI INSULTANO AGENTI – FOTO – VIDEO



Maxi operazione alla stazione di Milano: il blitz delle forze dell’ordine dopo l’assalto della settimana scorsa. Decine di fermati, pochi, che domani torneranno. Perché se li sbarchi e non li rimpatri, non risolvi nulla. E i profughi hanno salutato così gli agenti:

Mamadou, il profugo che ha guidato assalto a militari: “Il mio difensore è Allah”

“Finalmente un bel blitz con elicotteri e cavalli – ha commentato Matteo Salvini, che subito si è portato sul posto – finalmente, grazie a Dio, alla polizia, ai carabinieri, pulizia. Di questa gente non c’è bisogno”. Il leader della Lega ha invitato le forze dell’ordine a identificare “quei personaggetti”. “Di questa gente non c’è bisogno – ha continuato – spacciatori e delinquenti sul primo barcone e a casa, speriamo che non ci sia un giudice che li fa uscire dopo un quarto d’ora”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Per Silvia Sardone, infatti, “un solo blitz non serve a nulla: è necessaria una bonifica quotidiana per ripulire questa zona dai bivacchi, dai venditori abusivi, dagli spacciatori abusivi, dagli ubriachi, dai clandestini. Le immagini del fuggi fuggi generale degli immigrati sono molto indicative – ha continuato il consigliere di Forza Italia – rappresentano chiaramente l’emergenza illegalità intorno alla stazione”.


Lascia un commento