Sala contro i morti: “Chi era al cimitero verrà denunciato”



Un fanatico. Il sindaco di Milano Giuseppe Sala chiede “ufficialmente” al Consiglio comunale “una ferma condanna” della commemorazione al Campo X di Milano, dove sono sepolti i morti della RSI, durante la quale è stato fatto il saluto romano. Vogliono uccidere i morti.

“Vedremo chi lo farà e chi no”, ha minacciato Sala. “Milano non merita manifestazioni del genere, è città Medaglia d’oro alla Resistenza. Tutti quelli che sono denunciabili vanno denunciati, a prescindere dalla ultime sentenze” che non hanno ritenuto reato il saluto romano. “Voglio che le Autorità competenti procedano alla denuncia. Credo ci siano gli estremi per l’apologia di fascismo e chiedo fermamente a tutte le compagini politiche in Consiglio una condanna netta”. Esiste anche l’apologia del ridicolo.

VERIFICA LA NOTIZIA
Riferendosi poi alla commemorazione dei due militanti milanesi di estrema destra Sergio Ramelli e Enrico Pedenovi uccisi negli Anni 70, ha aggiunto: “Bisogna distinguere tra la memoria, e per questo sono stato alla loro commemorazione, e l’apologia di fascismo: su questo voglio essere molto chiaro”.

E’ tempo di seppellire i morti. Ed è tempo che i vivi smettano di speculare sui morti.



Lascia un commento