Costretto a barricarsi in casa: volevano darla ai profughi



Novità sulla notizia di ieri:

Attenti, ora inviano profughi a sorpresa nei condomini

Ad un certo punto, a Ghedi sono arrivati anche i Vigili del Fuoco: avrebbero dovuto abbattere la porta del terzo appartamento che la cooperativa aveva preso in affitto. Di punto in bianco il proprietario aveva cambiato la serratura di un immobile, pur avendolo già affittato. Il motivo? Negli altri due appartamenti che l’uomo aveva concesso alla «Emergency Transport Pobic Onlus» di Bozzolo, la cooperativa aveva deciso di far entrare i cosiddetti profughi, senza che al proprietario fosse stato detto nulla.

VERIFICA LA NOTIZIA
«Si è trattato di un atteggiamento truffaldino. La cooperativa – sostiene Damiano Dendena – diceva che cercava appartamenti per i suoi dirigenti e collaboratori». E invece dietro le quinte sono arrivati i profughi. Ecco perché il proprietario ha cambiato la serratura dell’unico appartamento ancora non adibito a dimora per i richiedenti asilo. La vicenda ha innescato polemiche e diverbi nella piazza del paese. La cooperativa, che si occupa di disabili, ha deciso di lanciarsi in un business ben più lucroso.


Lascia un commento