Attenti, ora inviano profughi a sorpresa nei condomini

I CUCKOLD SONO FINITI, QUINDI STANNO CERCANDO NUOVE STRADE

Un appartamento in affitto diventa un mini centro d’accoglienza nel cuore del paese. É successo a Ghedi, Brescia, in una palazzina al civico 2 di via Nazario Sauro, di fronte alla caserma dei Carabinieri locale.

Tre gli appartamenti coinvolti, affittati dalla cooperativa sociale onlus “Emergency transport pobic” con sede a Bozzolo, nel mantovano che dal 2012 lavora nel campo del trasporto degenti e e che ora si è lanciata nel business del fancazzisti. Particolare che non era stato tuttavia reso noto ai proprietari.

Un paio di settimane fa invece del dirigente della cooperativa Giancarlo Nolli, affittuario come da contratto, i residenti si sono visti arrivare almeno una decina di profughi tra donne e bambini.

“E’ stato tutto premeditato con molta astuzia e per questo risponderemo per vie legali” affermano i proprietari dell’appartamento “questo comportamento truffaldino non resterà impunito, devono andarsene subito”.

VERIFICA LA NOTIZIA
Sindaco Lorenzo Borzi: “pieno sostegno ai proprietari, supporto come possibile”. Gli affittuari hanno anche fatto modifiche non autorizzate all’interno dell’appartamento come l’aggiunta di diversi lavandini, danneggiando la conduttura e causando infiltrazioni d’acqua di cui dovranno rispondere.


Lascia un commento