Alfano contro Le Pen: “Chiudere frontiere non ci rende più sicuri”



“La storia ci insegna che i terroristi non conoscono le frontiere”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Alfano, commentando la richiesta della Le Pen di chiudere le frontiere della Francia dopo l’attacco di Parigi. “Il rischio zero non esiste, chiudere le frontiere non ci rende più sicuri”, ha aggiunto Alfano sottolineando che “fin qui l’Italia è stata un Paese sicuro grazie all’intelligence, alle forze di polizia e all’azione efficace del governo”.

Puttanate. In tipico stile Alfano. In Italia non ci sono stati attentati – per ora – solo perché l’immigrazione è recente. E sono sempre i figli di immigrati ad organizzare gli attacchi, usando poi anche gli ultimi arrivati. Quando un politico spara stupidaggini come fa Alfano, un giornalista serio dovrebbe alzare la mano e chiedere quando, la storia, ci ha insegnato che i terroristi non conoscono frontiere…E sarebbe anche interessante chiedere ad Angelina se la notte chiude la porta di casa, oppure la lascia aperta, “perché chiudere la porta non ci rende più sicuri” e “i ladri non conosco porte”.

Marine Le Pen aveva attaccato dopo l’ennesimo attacco islamico a Parigi, chiedendo “il ripristino delle frontiere e l’espulsione immediata degli schedati stranieri con la lettera S”, gli estremisti islamici considerati pericolosi.

In una dichiarazione aveva anche invocato “la fine del lassismo giudiziario” e “nuove regole restrittive in materia di immigrazione, asilo e di cittadinanza”.

VERIFICA LA NOTIZIA
“Una guerra – ha proseguito Marine Le Pen – asimmetrica, rivoluzionaria per sottometterci ad un’altra potenza, una potenza assassina. Questa guerra non possiamo permetterci di perderla”. Le Pen ha poi chiesto ai francesi di essere uniti “senza se e senza ma”, unità “nella compassione ma anche nella lucidità”. “Dobbiamo rinunciare all’ingenuità, all’innocenza, al lassismo. Il nostro popolo si è sempre opposto alla barbarie”. Le Pen ha poi sostenuto con forza che “l’ideologia islamista non deve aver diritto di cittadinanza in Francia” e ha elencato una serie di misure da adottare, dalla chiusura delle moschee islamiste alla stretta applicazione del principio di laicità “in conformità con i principi repubblicani” a restrizioni su immigrazione, asilo politico e cittadinanza. “Il terrorismo – ha detto – deve essere combattuto con tutti i mezzi. Vinceremo questa guerra solo se porremo fine al lassismo che ha permesso a questo criminale di compiere un ennesimo attentato ieri sera”.

Se è vero che gli immigrati colpiscono dopo anni, come sta accadendo in Francia, Belgio e GB, allora l’Italia ha davanti a sé decenni di tragedie. Grazie a criminali politici come Alfano.



Lascia un commento