Parrucchiere gratis e cibo halal per i profughi, lo esige il governo – LEGGI



“Mai avrei pensato che si potesse arrivare a tanta indecenza! Parrucchiere gratuito ai presunti profughi, lavaggio, stiratura e piegatura dei vestiti tra i servizi garantiti ai richiedenti asilo nel bando europeo della prefettura di Como, pubblicato in questi giorni. Un bando da 59 milioni per i prossimi due anni per gestire l’accoglienza di oltre 2000 presunti richiedenti asilo ai quali, oltre a garantire vitto e alloggio e ricariche telefoniche, si arriva alla follia paradossale di offrire anche la stiratura dei vestiti e il taglio dei capelli. Ormai siamo all’assurdo con i comaschi che fanno i camerieri e le colf a presunti migranti e clandestini. E mentre ci sono cittadini che versano in uno stato di grave deprivazione materiale, che non possono permettersi una casa o di acquistare una lavatrice, ai potenziali clandestini vengono garantiti servizi che i comaschi non si possono permettere. Questo è un mondo che sta andando al contrario. È scandaloso che in un momento come quello attuale, con 4,5 milioni di cittadini che vivono in povertà assoluta, pensionati che sopravvivono con meno di 500 euro, disabili a cui sono stati tagliati servizi di trasporto e assistenza, il Governo e le prefetture, ormai diventate agenzie immobiliari per finti immigrati di guerra, decidano di coccolare migliaia di falsi profughi garantendo gratuitamente servizi come il taglio della barba, la cura dei capelli e la stiratura dei vestiti. Di fronte ad una simile vergogna si sta scatenando una guerra tra poveri e noi stiamo tutta la vita al fianco dei comaschi in difficoltà. Quando torneremo al governo, tutte queste politiche filo immigrazioniste verranno rase al suolo”, così denuncia Nicola Molteni, vicepresidente dei deputati della Lega.

VERIFICA LA NOTIZIA

Non ci credete? Leggete il bando di gara, c’è anche di peggio, come lo ‘svuotamento posaceneri per i migranti fumatori’ e il ‘dolce almeno 2 volte a settimana’:

Gravissima anche l’imposizione di cibo halal. Sia perché ingrassa macellai islamici come gli ospiti. Sia perché è in totale violazione con le regole di protezione degli animali che dovrebbero vigere in Italia: la carne halal proviene da animali sgozzati senza stordimento e morti per lento e doloroso dissanguamento. Dove sono gli animalisti?


Lascia un commento